Come tutti gli anni abbiamo avuto il piacere di vedere numerosissime opere degli autori che si rivolgono al nostro laboratorio esposte presso Artefiera. Questo anno nonostante le previsioni abbiamo assistito a un grandissimo fermento che è corrisposto alla produzione di una consistente quantità di nuove opere. La cosa che più ci ha fatto piacere è stata quella che a autori veterani con cui lavoriamo ormai da anni se ne sono aggiunti anche di nuovi rendendo così il mese di Gennaio ancora più carico di stimoli e sfide. La tendenza che sembra confermarsi anche questo anno per quanto riguarda la realizzazione e la presentazione delle opere è quella del montaggio sotto plexiglass (inserire link a servizio) e lightbox (inserire link servizio) anche se la classica C-Print Lambda magari con carta Fujiflex sta lentamente tornando a affascinare i nostri autori.

Chiusa questa parentesi tecnica dobbiamo dire che visitare i vari stand dove sono state esposte le nostre produzioni come al solito ci ha reso molto orgogliosi anche perchè chi si è rivolto a noi ha preferito realizzare un numero contenuto di opere ma dai formati importanti che ci hanno dato la possibilità di dimostrare la nostra esperienza e perizia.

Giacomo Costa in linea con la sua estetica ha presentato la sua nuova serie con stampe c-print Lambda di grandissimo formato montate su dibond mentre la Galleria Rossmut per le immagini tratte dalle performaces del cubano Carols Martiel ha optato per stampe ink jet fine art su carta cotone sempre montate su dibond. Marco Biscardi ci ha affidato la realizzazione di una interessantissima serie di lightbox con illuminazione led mentre Bramante non ci ha fatto sfuggire l’occasione di mettere in opera una consistente serie di stampe fine art inkjet montate sotto plexiglass. Santiago Sierra, rappresentato dalla Prometeo Gallery di Ida Pisani, ha optato per una classica stampa inkjet fine art di grande formato su carta cotone Hahnemühle con cornice, pass e vetro museale realizzati sempre da noi. Luca Palatresi, vincitore del premio Tiziano Campolmi, considerate le peculiarità delle sue immagini che richiedevano neri estremamente profondi e contemporaneamente passaggi tonali delicati ha optato per una stampa fine art su carta cotone anche in questo caso certificata per la quale abbiamo effettuato una profilatura ad hoc grazie al nostro rip di stampa.

Fare un bagno nel tumultuoso mondo dell’Arte Contemporanea e vedere la fotografia così ben rappresentata e presente fa intravedere un futuro carico di promesse per questa arte e per gli artisti che la utilizzano come mezzo e che da sempre seguiamo con dedizione e passione.