SCANSIONI IMACON

Portfolio

SCANSIONI IMACON

LA SOLUZIONE PER SCANSIONI PROFESSONALI ACCESSIBILI

 

Da sempre Imacon si è impegnata a creare SCANNER DI FASCIA ALTA CON PRESTAZIONI PROFESSONALI in grado di rivaleggiare con i più costosi e impegnativi scanner a tamburo. La soluzione del “tamburo virtuale” su telaio magnetico è stata la quadratura del cerchio in quanto permette di “montare” le trasparenze senza l’impiego liquidi e acetati.

Negli anni vista la loro praticità questo tipo di scanner hanno soppiantato quelli a tamburo pur in molti casi essendo inferiori da un punto di vista tecnico e performativo.
Una buona qualità di scansione unita a velocità e facilità di gestione rendono questo tipo di macchina l'ideale per realizzare scansioni destinate a stampe di piccolo e medio formato oppure per digitalizzare grandi quantità di pellicole.

I files a alta risoluzione ottentuti da questo tipo di macchina sono indicati per realizzare STAMPE FINE ART SIA INKJET CHE CROMOGENICHE con caratteristiche decisamente interessanti per chi utilizza la pellicola.

 

Negativi medio formato montati sul telaio magnetico Imacon

Pellicole medio formato montate sul elaio magnetico dello Scanner Imacon Flextight.

 

Il nostro SCANNER IMACON E' UN OTTIMO PUNTO DI PARTENZA per chi vuole avere scansioni High-End. Esso rappresenta una interessante alternativa all’altro nostro scanner a tamburo in quanto è in grado di generare files molto importanti a un INTERESSANTE RAPPORTO QUALITA' PREZZO. La particolare convenienza di questo tipo di scansione digitale è dovuta principalmente alla velocità con cui si preparano e scansionano le pellicole analogiche. 

Tuttavia anche per questo scanner eseguiamo CALIBRAZIONI FREQUENTI e implementiamo un FLUSSO DI LAVORO DEDICATO per ottenere il massimo sai dalle scansioni di Diapositive, Negativi Colore e Bianco e Nero.

 

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL CCD PROPIETARIO IMACON:

 

Il nostro Flextight 848 è dotato di un CCD con sistema di raffreddamento del sensore che permette di ottenere il massimo da questo tipo di tecnologia di acquisizione attenuando il rumore termico sul nascere.

La casa danese ben conoscendo le problematiche dei CCD ha dotato i suoi scanner di sensori sviluppati appositamente per la scansione di immagini fotografiche che rappresentato ancora oggi il massimo. Grazie al sensore ottico CCD (3×8000) possiamo generare FILE A 16-BIT con un Dmax (dichiarato) di 4.8.

Con l’impiego del “Tamburo Virtuale” e alla presenza di un vero e proprio obbiettivo all’interno dello scanner ogni formato viene riprodotto al massimo della sua risoluzione ottica in relazione all’accopiamento del ccd con la focale dell’obbiettivo.

Lavorando con questo tipo di scanner ormai dai quasi 20 anni siamo ben coscienti delle sue potenzialità e dei suoi limiti. Da una parte abbiamo una macchia estremamente performante dotata di una bellissima ottica che tuttavia è penalizzata in parte dalla tecnologia del CCD che in alcuni casi può dare luogo a immagini relativamente rumorose.
 

Una vista ravvicinata del sensore CCD.

 

Questo non è assolutamente un problema se si digitalizzano pellicole dal medio formato in poi o se si ha come scopo quello di realizzare stampe fine art di piccolo e medio formato. 
Le problematiche sorgono quando ci si avventura nel mondo del 35mm o se si vogliono realizzare ingrandimenti estremi.

Tuttavia GRAZIE A UN FLUSSO DI LAVORO RODATO NEGLI ANNI siamo in grado di ovviare aqueste carenze e a realizzare scansioni impeccabili che riescono a rendere giustizia agli sforzi di chi si impegna a scattare in pellicola.
Otteniamo questo tipo di risultati gestendo manualmente tutti i passaggi della digitalizzazione compresa l'inversione. Inoltre non utilizziamo in alcun modo filtri di sharpening in fase di acquisizione proprio per mantenere al massimo la morbidezza della pellicola e per non distruggere la grana aggiungendovi rumore digitale. 

 

L'IMPORTANZA DELLA PULIZIA:

 

Un file pulito parte da un ambiente di lavoro adeguato e da una PRE PULIZIA FISICA DEL SUPPORTO ANALOGICO. Questa pulizia viene effettuata con PRODOTTI CERTIFICATI e pezze di tessuto non tessuto medicale usa e getta. I negativi privi di polvere e resi antistatici vengono poi montati sui telai magnetici in un ambiente di lavoro controllato.

Questo tipo di pre pulizia è la stessa che precede le più complesse scansioni a tamburo e che garantisce in ogni caso immagini già estremamente pulite e che richiedono il minimo grado di intervento.
Per noi elaborare meno possibile la scansione in altissima risoluzione è fondamentale per rispettare le caratteristiche che rendono unica la pellicola.

Inoltre riducendo al minimo il tempo di post produzione l'operatore si può concentrare al massimo sull'aspetto più importante delle scansioni professionali e cioè quello della color correction.
 

Pulizia con prodotti archiviali prima della scansione con scanner Iamcon

Pulizia pre scansione con prodotti archiviali antistatici delle pellicole.

 

Una volta effettuata la scansione IL FILE COSI' OTTENUTO VIENE PULITO DIGITALMENTE SENZA L'AUSILIO DI FILTRI o batch secondo un nostro flusso di lavoro interno.

Questo perchè crediamo fermamente nel rispettare al massimo la matericità unica della pellicola costituita dalla sua grana.
Le IMMAGINI A ALTISSIMA DEFINIZIONE SONO PRONTE PER DIVENTARE STAPE FINE ART che riproducono fedelmente il contenuto delle pellicole da cui sono state realizzate.

I tempi ridotti di post produzione inoltre impattano positivamente il costo di questo nostro richiestissimo servizio infatti siamo in grado di consegnare file perfettamente puliti garantendo un SERVIZIO CARATTERIZZATO DA UN'INARRIVABILE RAPPORTO QUALITA' PREZZO.Per questo motivo lo scanner Imacon è quasi una scelta obbligata per chi ha necessità di digitalizzare grandi quantità di immagini ma non vuole accettare compromessi o seconde scelte.