STAMPE AI SALI DI ARGENTO
PER
"STANLEY KUBRICK FOTOGRAFO - VISIONI E FINZIONI" 
2010

Dal negativo vintage alle silver gelatin print.

BIANCO E NERO AI SALI DI ARGENTO: CLASSICO CONTEMPORANEO.

Il nostro laboratorio fotografico specializzato in STAMPA FINE ART e FINITURE ARTIGIANALI nasce quasi quaranta anni fa in Camera Oscura.
Grazie a un continuo processo di innovazione tecnologica e formazione siamo oggi in gradi di unire il meglio della stampa d'arte con finiture specifiche per la fotografia quali: cornici, passepartout/vetri museali, fine art print sotto plexiglass e lightbox.

Nonostante il dominio della tecnologia digitale l'arrivo del digitale siamo sempre rimasti legati alla Fotografia su pellicola e alla magia della camera oscura.
Dall'unione fra la gestione digitale dell'immagine e il procedimento unico della stampa fotografica su carte bianco e nero ai sali di argento Ilford nasce la STAMPA AI SALI DI ARGENTO CON INGRANDITORE DIGITALE DURST.

E' proprio grazie a questa tecnologia che nel 2010 fummo selezionati come stampatori ufficiali per la mostra "Stanley Kubrick Fotografo - Visioni e Finzioni 1945/1950"
La mostra finale curata: da Rainer Crone, realizzata da Giunti Arte Mostre Musei, realizzata in collaborazione con la Library of Congress di Washington e il Museum of the City of New York è stata proposta in vari allestimenti in tutto il mondo.
La mostra nasce dal ritrovamento da parte del geniale Prof. Rainer Crone dei negativi realizzati da Stanely Kubrick all'interno del“Museum of the City of New York”. Questo incredibile corpus di pellicole vintage risalgono all'attività di Kubrick come fotografo per Look Magazine negli anni compresi fra il 1945 e il 1950.

I negativi vintage ritrovati dal Porf. Crone non erano corredati da stampe poiché il loro output (da quanto emerge dai documenti) fu solamente di tipo editoriale.
Per questo motivo la curatela e gli organizzatori cominciarono a cercare nel mondo un laboratorio fotografico in grado di trasformare questi negativi, praticamente inediti, in stampe fine art bianco e nero ai sali di argento.
L'obbiettivo primario dei curatori era quello di proporre al pubblico stampe fine art bianco e nero con una qualità pari o superiore a quelle che si sarebbero potute realizzare in una camera oscura tradizionale.

Fra i "finalisti" di questa severa selezione rientrò anche il nostro laboratorio fotografico fine art perché dotato di un INGRANDITORE DIGITALE LAMBDA DURST in grado di stampare fotograficamente su carte ILFORD FB Galerie sia baritate che politenate.
Nel primo video presente in questo articolo è possibile vedere in  il "test portfolio" che fu poi presentato alla commissione curatoriale incaricata di selezionare lo stampatore per questa importantissima mostra fotografica.

Per dare risalto alla qualità delle nostre stampe fine art bianco e nero ai sali di argento realizzate con ingranditore digitale e sviluppate manualmente in camera oscura mettemmo grande enfasi anche nelle finiture per la presentazione.
E' possibile notare nel video una importante scatola per portfolio fotografico realizzata con cartoncino acid free la quale custodisce le stampe.
Le singole stampe fine art bianco e nero poi sono impreziosite da un passepartout fotografico anche esso realizzato con materiali museali di nostra produzione.
La commissione una volta visionata la nostra presentazione e saggiata la qualità del portfolio indirizzò immediatamente la preferenza verso il nostro laboratorio fotografico.
Dopo pochi giorni cominciò l'intensa ma entusiasmante fase operativa che portò alla realizzazione della mostra: "Stanely Kubrick Fotografo - Visioni e Finzioni".

Ora scopriamo come abbiamo fatto tutto questo!

DAL NEGATIVO, PASSANDO ATTRAVERSO L'IMMAGINE DIGITALE, FINO ALLA STAMPA AI SALI DI ARGENTO.

I negativi realizzati da Stanley Kubrick fra il 1945 e il 1950 ritrovati dal Pof. Crone si trovavano all'interno di alcuni polverosi archivi del Museum of the City of New York.
Lo stato di buona conservazione dei negativi bianco e nero consentiva senza troppi problemi la loro stampa.

Il nostro INGRANDITORE DIGITALE DURST LAMBDA permette di stampare fotograficamente qualsiasi tipo di immagine digitale.
Infatti l'immagine viene letteralmente proiettata sulla carta fotosensibile che poi viene sviluppata manualmente in camera oscura dal nostro Maurizio.

Il primo step è stato quello di trasformare i negativi vintage di Stanley Kubrick in immagini digitali a altissima risoluzione.
Per eseguire SCANSIONI PROFESSIONALI il nostro laboratorio negli anni si è dotato sia di uno SCANNER A TAMBURO che di uno SCANNER IMACON.
La nostra prima scelta in genere è sempre il Drum Scanner poiché è l'unico sistema di scansione capace di rendere giustizia alle caratteristiche uniche della pellicola. Si tratta di un sistema abbastanza complesso ma i risultati sono impagabili.
Come anticipato precedentemente un'ottima scansione è la base per realizzare stampe fine art che riproducano fedelmente le caratteristiche uniche della pellicola.
Lo stesso vale se partiamo da "immagini native digitali" anche in questo caso è necessario sviluppare e post produrre il proprio file con la massima accortezza. Da parte nostra siamo sempre lieti di visionare l'immagine prima di andare in stampa e effettuare le necessarie correzioni per garantire un risultato che super le aspettative dell'autore.

La stampa con ingranditore digitale lambda Durst è veramente affascinante poichè ci permette di fotoimprimere l'immagine direttamente su carta fotografica senza passare per scomodissimi e macchinosi inter negativi o ancora peggio negativi realizzati con film recorder.
Con questa tecnologia di stampa il nostro laboratorio opera un vero  e proprio INGRANDITORE FOTOGRAFICO 2.0.
Uno degli aspetti più affascinanti delle silver gelatin print realizzate con ingranditore digitale è che la carta fotografica una volta esposta viene sviluppata manualmente in camera oscura.
Questo momento tanto emozionante quanto delicato richiede tutta l'expertise che abbiamo maturato nei nostri quasi quaranta anni di attività.

Le stampe fotografiche una volta sviluppate vengono messe a asciugare su appositi tavoli. Questo è un momento estremamente teso poiché è quando ci possiamo accorgere di eventuali errori di esposizione o sviluppo.
L'attesa è una delle cose più belle del stampare fotografie in bianco e nero in camera oscura perché ci riconnette con l'origine analogica della stampa fine art.
Inoltre trattandosi di stampe bianco e nero ai sali di argento sviluppate manualmente ogni pezzo sarà unico conferendo valore aggiunto alla singola opera.

Amiamo dire che "per noi un'ottima stampa fine art è solo l'inizio del percorso che porta all'opera finita" e questa frase riassume perfettamente il lavoro svolto per realizzare la mostra: "Stanely Kubrick Fotografo - Visioni e Finzioni 1945-1950".
Infatti non ci siamo limitati alla sola stampa fine art di tutte e 180 le opere ma anche della loro finitura con: MONTAGGIO FOTO SU PANNELLO, PASSEPARTOUT MUSEALI, CORNICI ARTIGIANALI PER FOTO FINE ART e vetri anti riflesso uv cut.

Quella che vedete nel video è una delle poche opere che abbiamo tenuto in laboratorio poiché al momento della revisione presentavano una piccola imperfezione.
Ogni volta che la mattina entriamo in laboratorio e guardiamo questa fotografia realizzata da Stanley Kubrick quasi settanta anni fa l'emozione è sempre la stessa. Lo stesso vale per i nostri nuovi clienti che appena riconoscono una delle immagini più iconiche del Maestro capiscono di essere entrati in un laboratorio dove non solo si lavoro con la fotografia e per la fotografia ma la si vive e la si respira quotidianamente.

Invitiamo quindi tutti quei fotografi professionisti o anche amatori evoluti che amano la fotografia in bianco e nero a venirci a trovare nel nostro laboratorio fotografico fine art di Firenze o presso il CENTER CHROME MILANO SHOWROOM.
Non importa che si parta dalla pellicola o direttamente da immagini digitali il nostro impegno è quello di trasformare le vostre fotografie in oggetti d'arte senza tempo proprio come abbiamo fatto con i negativi "dimenticati" di Stanley Kubrick che il nostro compianto amico Prof. Crone fece conoscere al pubblico nel 2010.

L.D.S.

Potrebbe interessarti anche: