CORTONA ON THE MOVE 2019
-
Stampa Inkjet Fine Art 
per
l'Archivio Storico Intesa Sanpaolo


In questa serie di articoli presenti sul nostro blog stiamo raccontando il “making of” e il dietro le quinte della nostra OFFICINA DI STAMPA presso il Cortona on the Move 2019.
Il nostro laboratorio fotografico specializzato in stampa fine art (in collaborazione con Canon Italia) anche questo anno ha allestito un laboratorio fotografico temporaneo a Cortona per produrre on site l'intero festival fotografico.

Fra le tantissime mostre fotografiche che abbiamo STAMPATO, PANNELLIZZATO e INCORNICIATO personalmente ci ha molto colpito quella proposta dall'Archivio storico Intesa Sanpaolo.
Vedere un allestimento fotografico così importante realizzato interamente da fotografie di archivio ci ha impressionato. Il nostro LABORATORIO FOTOGRAFICO FINE ART spesso collabora con: istituzioni, fondazioni, musei e privati che hanno la necessità di digitalizzare in altissima definizione e spesso riprodurre i propri archivi.
Annualmente abbiamo il piacere di digitalizzare con i nostri SCANNER PROFESSIONALI un'incredibile serie di supporti analogici che spaziano dalle fotografie su lastra di vetro stereoscopiche a negativi vintage dall'altissimo valore artistico e storico.
Inutile dire che stampare in fine art i materiali che fanno parte di “Paesaggio Umano. L'Italia del '900”, curata da Arianna Rinaldo, con la supervisione scientifica di Barbara Costa e la ricerca iconografica di Maura Dettoni è stato per noi un grandissimo piacere.

Tutte le oltre cento stampe inkjet fine art che fanno parte di questa emozionante mostra sono state realizzate con plotter Canon di ultima generazione. Nello specifico si tratta del nostro CANON imagePROGRAF 4000 che è stato trasportato fino a Cortona per diventare il cuore dell'OFFICINA DI STAMPA.
Le immagini tracciano l'evoluzione del paesaggio italiano a partire dal disastroso terremoto che devastò Messina e Reggio Calabria nel 1908, fino agli anni del boom economico. I curatori della mostra hanno dato particolarmente importanza a questo ultimo periodo in quanto essendo caratterizzato da profondi interventi sul territorio e dall'inurbamento della popolazione ha trasformato radicalmente il rapporto fra individuo e territorio.
L'Archivio storico Intesa Sanpaolo vanta ben sette milioni di immagini che vanno dalla metà dell'Ottocento fino ai primi anni del XXI Secolo. Questo enorme numero di fotografie è sia un patrimonio storico ma anche una preziosissima risorsa per i curatori e gli archivisti. Grazie alla vastità dei suoi pezzi e alla loro “trasversalità” temporale un curatore con l'aiuto degli archivisti può creare mostre fotografiche ad hoc a seconda delle tematiche scelte.
Chiaramente questo processo non è semplice ne automatico, anche se una catalogazione e una conservazione professionali sono fondamentali.
Per poter condividere le immagini selezionate con il pubblico il primo step è quello di scannerizzarle professionalmente. Il nostro laboratorio fotografico professionale, grazie alla sua esperienza trentennale, si occupa in maniera assidua di SCANSIONI PROFESSOINALI sia con tecnologia IMACON che SCANNER A TAMBURO.
Spesso ci si trova davanti a supporti analogici vintage che per essere digitalizzati in maniera appropriata necessitano di una pulizia meccanica. Sulla superficie possiamo trovare polvere, concrezioni e chimici trasudati dalla pellicola stessa. Grazie a prodotti archiviali è possibile rimuovere in parte queste problematiche e evitare lunghe operazioni di restauro digitale che altererebbero la veridicità della testimonianza.

Una volta arrivati ai file digitali in altissima risoluzione è stato il momento della pulizia del restauro e della correzione colore delle singole immagini.
Trattandosi di un formati e supporti diversi sono state implementati flussi di lavoro calibrati sulle singole problematiche. Infatti la pellicola fotografica bianco e nero necessita di un trattamento diverso dalle diapositive vintage. Lavorare su immagini storiche non è impresa facile poiché se da una parte è necessario renderne il contenuto fruibile dall'altra è fondamentale mantenerne l'estetica e le cromie. Questo è possibile unendo un alto livello di post produzione e correzione colore con la cultura visiva che un operatore matura negli anni.
Grazie a uno stretto lavoro con lo staff del festival abbiamo quindi individuato il “mood” per la mostra e abbiamo proceduto a adeguare e ottimizzare le fotografie per il fatidico momento della stampa fine art.
Per questo importante allestimento fotografico i curatori hanno deciso di ricorrere alla stampa fotografica inkjet fine art con plotter Canon di ultima generazione. Una volta che abbiamo realizzato le stampe Giclèe abbiamo proceduto a montarle su dibond per garantirne la massima planarità. Il Dibond infatti è un materiale che permette di pannellizzare le stampe fotografiche fine art in maniera museale. Per rispettare questi standard infatti il nostro laboratorio fine art utilizza solamente biadesivi achiviali acid free.

Una volta che abbiamo ultimato il processo di STAMPA INKJET e il montaggio le fine art print di grande formato sono state affidate agli allestitori che hanno provveduto a installarle nella suggestiva cornice della Fortezza del Grifalco di Cortona.
Trattandosi di un edificio di interesse storico lo staff del COTM ha optato per delle STRUTTURE AUTOPORTANTI PER MOSTRE FOTOGRAFICHE. La grande cura nel foto editing unita a un'attenta progettazione dell'allestimento regala al visitatore un'esperienza immersiva. Ci si trova infatti a fare una vera e “propria” passeggiata che attraversa sia temporalmente che geograficamente il nostro territorio.

Il nostro laboratorio fotografico con sede a Calenzano (a pochi chilometri da Firenze) circa un anno fa a aperto un “CENTER CHROME FINE ART SHOWROOM MILANO” situato in Viale Monza appunto nel cuore del capoluogo lombardo. Questa decisione è nata dal voler essere ancora più vicini e in contatto con istituzioni quali il Cortona on the Move , Banca Intesa Sanpaolo e i nostri amici di Canon Italia con la quale è nata questa bellissima realtà dell'OFFICINA DI STAMPA del Cortona on the Move.