Ecco perchè la stampa Cprint Lamda è ancora amata da fotografi come Andrea Abati

Tag

Potrebbero interessarti

MASSIMO LISTRI @ MUSEI VATICANI – Lambda Fine Art C-Prints
MICHELE BORZONI: “WORKFORCE” – Cprint Lamba @ Istituto Italiano di Cultura di Valletta, Malta.
MASSIMO LISTRI: Stampa Lambda di Grandissimo formato e Strutture Espositive Autoportanti @ Palazzo Tornabuoni, Firenze.
IRENE MONTINI e ROCCO GURRIERI: “INCANTO” @ MUSELO DEL 900 FIRENZE.
MARCO LANZA: “Depositi” @ Chiostro di Santo Spirito, Firenze. Cornici Artigianali, Ingranditore Digitale LAMBDA, Post Produzione
Ecco perchè la stampa Cprint Lamda è ancora amata da fotografi come Andrea Abati

Andrea Abati: "I luoghi del mutamento"- Cprint da scansioni a tamburo di negativi medio formato

All'inizio di questa estate ci è venuto a trovare Andrea Abati: autore e fotografo professionista assiduo frequentatore del nostro LABORATORIO FOTOGRAFICO PROFESSIONALE oramai da quasi trenta anni.

Andrea Abati si occupa di fotografia dalla fine degli anni Settanta. Punto di partenza del suo lavoro sono l’analisi delle trasformazioni del paesaggio architettonico industriale, l’osservazione simbolica della natura antropizzata, l’attenzione all’avvicendarsi delle genti e al mutamento del tessuto sociale della città attraverso un uso della fotografia come strumento di conoscenza e di relazione tra il sé e il mondo. Per l’artista abbandonare il concetto di opera e pensare di innescare pratiche artistiche nella sfera pubblica, può in certi momenti diventare prioritario.

La ricerca fotografica di Andera avviatasi ormai quasi quaranta anni fa lo ha portato a generare una grandissima mole di lavoro su supporto analogico che in questa occasione abbiamo avuto il piacere di vedere e stampare insieme a lui.
Nello specifico l'autore si è rivolto al nostro laboratorio per realizzare alcune STAMPE FINE ART DI GRANDE FORMATO a partire da alcuni negativi vintage su pellicola medio formato.
L'occasione che ci ha permesso di lavorare nuovamente insieme è stata la mostra di arte contemporanea “Passaggi” curata dall'associazione “Il Campone” e allestita a Bologna all'interno del rifugio antiaereo “Vittorio Putti”. Nello specifico l'autore ha presentato due suoi progetti: “La Forza della Natura” e “I luoghi del mutamento”.

Andrea ha deciso di portare in mostra una selezione di fotografie notturne di architettura realizzate fra Prato, Firenze e la Toscana durante gli anni 90 nell'ambito dello smantellamento di alcune importanti industrie.
Ci siamo trovati davanti a una serie di scatti notturni a colori in medio formato che due decenni fa avevano presentato notevoli difficoltà una volta portati in camera oscura per la stampa.
Le problematiche erano dovute alla presenza di luci miste, contrasti elevati e alla necessità di restituire con precisione e fluidità il range dinamico estremo di queste immagini.

Andrea Abati mostra

Grazie alla tecnologia dello SCANNER A TAMBURO unito all'elaborazione digitale tramite Photoshop abbiamo lavorato le immagini insieme all'autore durante due interessanti sessioni di STAMPA COLLABORATIVA.
Questo approccio alla fotografia analogica ci ha permesso di “portare” l'autore all'interno della camera oscura digitale allestita nel nostro laboratorio fotografico.
La capacità del nostro scanner a tamburo di poter acquisire con la massima quantità di informazioni e di dettaglio il contenuto delle pellicole negative vintage di Andrea è stata la chiave per il successo di questa commissione.
Quando abbiamo davanti fotografie analogiche notturne è fondamentale avere un sistema che riesca a leggere tutte le informazioni sia nelle alte luci che nelle ombre più profonde.

Il lavoro svolto per e con Andrea in fase di scansione e elaborazione è stato così attento che l'autore stesso si è meravigliato della quantità e della qualità dei dettagli che sono emersi. Come accennato precedentemente questi negativi erano già stati provinati e stampati due decenni prima ma senza riuscire a restituire in fase di stampa i dettagli, le cromie e i passaggi tonali che l'autore voleva.
Lavorare a questo tipo di mostre fotografiche è sempre un piacere poiché è possibile scoprire dettagli e particolari presenti nelle foto sconosciuti anche all'autore stesso.
Dopo aver scansito in alta risoluzione siamo passati al momento più delicato e cioè quello della elaborazione delle immagini durante il quale insieme all'autore abbiamo calibrato le cromie e i contrasti per rendere al meglio questi notturni industriali.

Andrea essendo un veterano della fotografia si è presentato con le idee estremamente chiare e insieme nel giro di due incontri siamo stati capaci di realizzare delle CPRINT SU CARTA GLOSSY CON INGRANDITORE DIGITALE LAMBDA di grande formato.
Le stampe una volta visionate e approvate dall'autore sono state successivamente inviate al nostro REPARTO MONTAGGI FOTO SU PANNELLO e CORNICI per essere calandrate su Dibond mediante biadesivi museali acid free. Le stampe fine art pannellizzate sono state poi dotate distanziali in alluminio che ne hanno permesso l'installazione diretta a muro senza bisogno di cornici o ulteriori finiture.

La scelta di ricorrere a una STAMPA CROMOGENICA CON INGRANDITORE DIGITALE LAMBDApiuttosto che alle classiche INKJET FINE ART PRINT è dovuto all'estetica unica delle Cprint.
Andrea Abati essendo molto legato al mondo della fotografia analogica e a quello della camera oscura tradizionale voleva una procedimento appunto “fotografico”. La stampante lambda durst essendo dotata di un vero e proprio ingranditore digitale stampa imprimendo fotograficamente l'immagine sulla carta cromogenica che successivamente viene sviluppata chimicamente.

Andrea Abati mostra

La bellezza del nostro lavoro consiste nell'operare insieme agli autori e ai fotografi per trasformare la loro visione e le loro immagini in opere d'arte.
La lavorazione di questa mostra fotografica è il perfetto esempio di quanto espresso sopra. Siamo infatti partiti da una serie di negativi vintage e insieme a Andrea ne abbiamo sfruttato tutte le potenzialità per creare opere fotografiche che hanno visto la luce e sono state presentate finalmente al pubblico quasi venti anni dopo essere state scattate.

Poter lavorare insieme ai nostri clienti è un fattore fondamentale per questo motivo ormai da un anno il nostro laboratorio fotografico professionale specializzato in stampa fine art sia inkjet che cprint ha affiancato alla sua sede di Calenzano (a pochi chilometri a Firenze) un CENTER CHROME MILANO SHOWROOM.

L.D.S.